Assistenti Aiuto ! il Regista

Updated: Mar 21

Uno show televisivo, è come una piccola comunità dove ognuno ha il suo ruolo.

Entrando in una regia televisiva per la prima volta, sembra il set di una sala cardio chirurgica dove tutti sono per lo più agitati e sotto pressione, dove i secondi scorrono lentissimi ed il tempo si dilata a dismisura. Dove difronte ad un errore si sono rovinate le amicizie.

Un luogo per nostra fortuna dove alla fine comunque non muore nessuno.

Troviamo cosí in questo acquario una serie di persone: Il Mixer Video, il Regista, l'Aiuto Regista, l'Assistente alla Regia. Ma andiamo per ordine.

Sono circa un centinaio le persone che fanno parte di uno Show televisivo, racchiusi ognuno in un insieme diverso. La figura apicale che ha la responsabilità del lavoro di tutti quanti è il regista.

È lui che avuto l'incarico dalla parte editoriale, per mettere su la squadra di lavoro.

Si confronta con la Scenografia e con il Direttore della Fotografia per disegnare su di una tavola bianca le idee e condividere prospettive di racconto. Dipinge la tela con i colori che gli autori televisivi gli hanno dato, andando a dosare i vari elementi.

Come detto l'insieme delle componenti di uno spettacolo televisivo, è molto vario. Non è detto che sia omogeneo l'un l'altro. Cosí può capitare che magari il reparto video non abbia molto interesse a come si sente l'audio. magari all'audio può capitare che non interessi il reparto trucco e via dicendo per i vari insiemi. Raramente capita che un sotto insieme addirittura non gli interessi il proprio stesso settore, magari per incompetenza, magari solo perchè quel giorno è uno di quei giorni che lascia stare proprio.

Cosí entra in campo l'assistente alla regia.

L'assitente difatti ha il compito di far veicolare tutte le informazioni che arrivano dalla parte editoriale di redazione, a quella tecnica di studio. Di preparare tutte le necessità che servono per realizzare lo show, dallo spoglio del copione, alla scaletta e stilare tutti i fabbisogni e mettere tutti in condizioni di fare al meglio il proprio lavoro, essendo una di quelle professionalità che è una estensione del regista, ha la visione d'insieme dello show.

Spesso si devono sfoderare tutte le doti diplomatiche e psicologiche per coinvolgere le varie professionalità ad aderire al progetto sul quale si sta lavorando.

Una volta fatte tutte queste lavorazioni, arriva la parte non meno importante della realizzazone dello Show.

A seconda della difficoltà dello spettacolo e delle capacità naturali, l'assistente prepara seguendo la scaletta tutte le necessità per la messa in opera. Non da meno è il rapporto nel caso si fosse in diretta con la Messa in Onda per il controllo dei tempi di andata e rientro pubblicità oppure nel caso di una registrata di coordinare le registrazioni separate al pgr fatto dal regista.

Non esiste una modalità corretta per fare l'assistente alla regia, non esiste un vero e proprio manuale. L'obbiettivo è quello di risolvere i problemi e coordinare il lavoro di tutti per la buona riuscita, poi ognuno ci arriva a proprio modo. Chi coinvolgendo i colleghi in una risata, chi alzando la voce, chi scrivendosi tutto, chi nulla.

Insomma dopo una decina di anni, migliaia di fotocopie di scaletta, centinaia di fabbisogni di arredamento, musiche, filmati, qualche pianto e qualche litigata e chi più ne ha più ne metta, dovrebbe arrivare il tempo per una meritata promozione ad Aiuto Regia.

Diciamo che fondamentalmente, questo è un lavoro dove gli errori sono più o meno "finiti" nel senso che nel corso della carriera, ognuno ha fatto degli errori, ognuno ha visto gli errori degli altri, ognuno ha saputo qualcosa. In questo modo una volta promossi ad Aiuto Regia, il carico di lavoro sembra diminuire. È si, sembra.

L'aiuto nella media delle produzioni è scelto direttamente dal regista per le capacità interpersonali e professionali che più si addicono allo spettacolo ed al regista stesso. Cosí uno dei primi compiti dell'Aiuto è quello di coordinare il proprio assistente. Dando per scontato l'affiatamento tra i due, il compito dell'Aiuto è quello di stare più vicino possibile al regista per poterne comprendere il modo di pensare ed aiutarlo sia nel rapporto con la parte autorale che nella parte realizzativa.

È l'Aiuto che posiziona leggendo la scaletta del programma ed il copione, le camere anticipando il regista nello stacco, che come punto di riferimento coordina direttamente i vari settori. Capita spesso a seconda del regista e dello spettacolo che egli stesso possa suggerire al regista una camera in particolare.

Un'altra professionalità che può divenire, è quella che si occupa della creazione dei contenuti e la messa in opera di grafiche per gli apparati di visione Ledwall. Sicuramente un lavoro che si avvicina molto a quello del regista, perchè se operato in autonomia, fa gestire gli schermi che sono prevalentemente sempre nel campo di ripresa.

La parte più emozionante almeno per me lo è stato, avviene durante la costruzione di un balletto o di una performance musicale, nella quale il regista chiede il supporto di tutto il suo team. Allora capita che magari una cosa che tu avevi detto, il regista la recepisce e la ritrovi eseguita e ripresa in scena.


In questo percorso lavorativo, alcune sono le persone che ci hanno lasciato troppo presto.

Silvietta, Stefanino, Antonio e tanti altri.

Un pensiero speciale, va a chi non c'è più.



Tutto cominciò tanti ma tanti anni fa...



Tante sono le trasmissioni, cosí come le esperienze vissute. Molte sono le professionalità esterne con le quali ho collaborato e centinaia gli aneddoti per ogni trasmissione e personaggi televisivi.


Stefano Vicario

Vasco Rossi - Modena Park

La Più Bella del Mondo - Roberto Benigni

I Dieci Comandamenti - Roberto Benigni

Panariello sotto l'albero

Nemicaamatissima

SuperBrain

Ti Lascio una Canzone

100 anni del Coni

La Terra dei Cuochi

Domenica In 2004

Sanremo dalla A alla Z

Concerto del Primo Maggio 2007

Concerto del Primo Maggio 2008

Concerto del Primo Maggio 2009

Concerto del Primo Maggio 2010

Concerto del Primo Maggio 2011

Concerto del Primo Maggio 2012

Concerto del Primo Maggio 2013


Maurizio Pagnussat

Wind Music Awards 2017

L'Anno che Verrà 2016

Wind Music Awards 2016

L'Anno che Verrà 2015

Wind Music Awards 2015

L'Anno che Verrà 2014

Wind Music Awards 2014

Tale e Quale Show 2014

L'Anno che Verrà 2013

Wind Music Awards 2013

Tale e Quale Show 2013

L'Anno che Verrà 2012

Wind Music Awards 2012

Tale e Quale Show 2012

Telethon 2014

I Migliori Anni

Nel Nome di Francesco

Sanremo 50 Canzonissime

Alta Tensione

Notte delle Sirene

Notte Mediterranea


Cristian Biondani

Panariello Sotto l'Albero

Uno, Due, Tre, Fiorella - Fiorella Mannoia

Arenà - Renato Zero si racconta

Stasera Laura - Laura Pausini

Concerto del Primo Maggio 2015

Concerto del Primo Maggio 2014

Master of Magic


Roberto Cenci

Ancora Più di Me - Ornella Vanoni Show

Volami nel Cuore


Duccio Forzano

Festival di Sanremo 2010

Un Uomo in Frac - Domenico Modugno

Perfetti Innamorati


Gino Landi

Festival di Sanremo 2007



Festival di Sanremo 2009

L'apertura della seconda serata del Festival di Bonolis nel 2009 è un concentrato di arte allo stato puro. Sono cose che non si trovano nei manuali di tecnica televisiva.

Serve l'idea, la maestria di rendere reale quello che hai progettato ed ovviamente il tempo delle prove.

Regia di Stefano Vicario



Registi da Divano

Dietro ad uno spettacolo televisivo, concorrono tante professionalità che con la loro energia vitale, danno vita ad un momento artistico unico. Quando dal divano al caldo delle proprie case si critica questa o quella cosa, uno stacco più che un'altro, dovrebbero tutti tenere in mente che dietro quello stacco, dietro quello che si vede, c'è un concentrato - ci dovrebbe essere - il lavoro di tante persone. Questo è un esempio di cosa accade ne grandi show, al di là della macchina da ripresa.

Regia di Stefano Vicario



Music

Una delle più belle sigle di apertura di tutti i tempi per gli amanti della musica.

Regia di Roberto Cenci




40 views0 comments

Recent Posts

See All